Lc 21, 29-33

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola:
«Osservate la pianta di fico e tutti gli alberi: quando già germogliano, capite voi stessi, guardandoli, che ormai l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino.
In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno».

La natura ci parla di Dio, del cammino spirituale, perché è frutto dello stesso Padre. Egli agisce con delicatezza, gradualità e il germogliare del suo dono è l’esordio di ciò che si potrà fecondamente sviluppare.